Storia

Il ventennio successivo alla fine della prima guerra mondiale, ha visto la nascita di queste vetrate ad opera di mosaicisti, pittori, maestri vetrai e architetti impegnati nella ricostruzione e restauro di chiese danneggiate dal conflitto appena terminato. Questo grazie all'utilizzo sapiente di nuove tecniche (cemento armato) con antichi materiali come mattonelle di vetro (dalles de verre).

Nel 1922 Auguste Perret (1874-1954) architetto francese, uno dei primi a introdurre il cemento armato nella costruzione di edifici, e suo fratello Gustave (1876-1952) realizzano nel 1922 la chiesa di Notre-Dame di Raincy conosciuta come "Sainte-Chapelle du béton armé". Per questa chiesa, su disegno di Maurice Denis (1870-1943), la maestra vetraia Marguerite Hure (1895-1965) realizzerà vetrate/pareti in vetro dalles.

Jean Gaudin (1879-1954), mosaicista, figlio di Felix (1851-1930), pittore e maestro vetraio, realizza nel 1931 vetrate in vetro cemento per la chiesa di Migné-Auxances, Francia.

Nel 1930 Auguste Labouret (1871-1964) restauratore di vetrate antiche e Pierre Chaudière realizzano vetrate su disegno di Fernand Léger (1881-1955). In particolare Labouret può essere considerato il primo a introdurre questa tecnica in Nord America avendo progettato e realizzato delle finestre per il Santuario di St. Anne de Beaupre, Quebec, Canada.

Charles Lorin (1874-194) maestro vetraio e Gabriel Loire (1904-1996) realizzano vetrate per la First Presbyterian Church di Stamford, CT, introducendo questa tecnica negli Stati Uniti. A Gabriel Loire si deve la torre del museo di Hakone, Giappone.

Jean Barillet (1912-1997) cresciuto nello studio di maestro vetraio del padre Louis (1880-1948) è impegnato nel restauro della cattedrale di Notre Dame a Parigi dai danni della seconda Guerra mondiale. Realizzerà molte vetrate in Francia e negli Stati Uniti.




Tecnica

Continua .......




 Auguste Perret











Auguste Labouret

 Gabriel Loire









         Jean Barillet